Letture professionali

Di seguito le letture professionali che consiglio. Se invece avete bisogno di consigli per letture per il tempo libero, cliccate qui!

Di seguito, le mie recensioni:

Un’arancia per due – Renata Borgato

Questo libro offre un repertorio di giochi d’aula, destinato tanto ai formatori alle prime armi quanto ai formatori più esperti. Oltre al testo dei giochi, infatti, esso contiene indicazioni sulle modalità con cui il gioco va somministrato, indica i materiali necessari per attuarlo, specifica gli obiettivi di massima per cui esso viene proposto e i tempi di svolgimento. Alla fine, offre un articolato debriefing con cui i conduttori possono aiutare i partecipanti a riflettere sull’esperienza vissuta durante lo svolgimento del gioco .

Ai giochi classici si aggiungono giochi originali e animazioni nuove, scaturiti dalla lunga esperienza dell’autrice. Vi trovano posto anche rielaborazioni utili per riproporre i giochi classici in modo nuovo. È possibile, e forse anche divertente, per il formatore, confrontare il proprio modo abituale di gestire il “dopo-gioco” con le modalità presentate nel libro e cogliervi spunti interessanti.

Il libro propone, contemporaneamente, una modalità nuova per riflettere sulla negoziazione e sui temi a essa correlati (percezione, comunicazione, gestione del conflitto). Il negoziato, infatti, costituisce il filo conduttore del percorso formativo in cui vengono contestualizzati i giochi ed è stato scelto proprio perché, come ebbero a dire Fisher e Ury, “il negoziato è un fatto della vita”: cioè tutti, che piaccia o no, sono dei negoziatori.

Per la stretta correlazione dei giochi presentati con il tema della negoziazione e della gestione del conflitto, lette come ineliminabili componenti dell’esperienza di ciascuno e di tutte le fasi della vita, questo libro costituisce un riferimento per i formatori degli adulti, ma anche per i docenti delle scuole medie e medie superiori. A essi l’esperienza suggerirà gli opportuni aggiustamenti per fare un uso ottimale dei giochi e del loro commento, adattandoli allo specifico contesto in cui operano.

Tecniche di Comunicazione – Maurizio D’Ambra

Nei rapporti di lavoro così come nelle relazioni interpersonali è molto importante comunicare in modo efficace. Un buon comunicatore è in grado di capire il suo interlocutore, evitare situazioni conflittuali e portare argomentazioni convincenti e persuasive.

Le tecniche di comunicazione vi permetteranno di utilizzare le parole giuste, capaci di colpire positivamente, evitando quelle sbagliate e controproducenti che respingono la controparte; vi insegneranno a tener conto dei meccanismi che orientano il comportamento e dei sistemi di persuasione; vi forniranno gli strumenti per catturare l’attenzione dell’uditorio e comunicare con il gruppo.

Libro adatto anche ai neofiti della comunicazione. Dà molti spunti interessanti per costruire una buona base di relazione.

L’arte di vendere – Cesare Sansavini

Le più varie e sofisticate tecniche e strategie nel settore della vendita per coloro che fanno della persuasione la chiave del proprio mestiere: come presentarsi, come determinare gli obiettivi e pianificare la propria attività. Con l’aiuto di una serie di test autovalutativi per identificare le proprie attitudini e correggere eventuali problemi.

Leadership – Agostino La Bella

Che cos’è la leadership? Quali sono le caratteristiche di un buon leader e in che cosa si distinguono da quelle di un buon manager? E’ possibile imparare a essere un leader? A queste e altre domande risponde il presente volume, dove il tema della leadership è affrontato in profondità, senza slogan o false ricette.

Giochi d’aula – Roberto Luperini

A formatori, facilitatori della creatività, insegnanti e animatori d’eventi viene sempre più spesso chiesto di innovare i propri metodi per favorire il cambiamento nelle organizzazioni o per motivare le persone; questi obiettivi sono raggiungibili attraverso le diverse tecniche d’apprendimento sperimentale che non pretendono di trasmettere soluzioni preconfezionate, ma offrono invece l’opportunità di rielaborare spunti, idee e ipotesi, in una prospettiva attenta innanzitutto a trasmettere la capacità di rielaborare i propri comportamenti adeguandoli all’ambiente e alle situazioni aziendali e sociali in rapido cambiamento.

Non si tratta più di inserire qualche gioco ed esercitazione all’interno di corsi tradizionali, ma di permettere ai partecipanti di avere esperienze in grado di stimolare l’apprendimento e di verificare l’efficacia di nuove possibilità di metodo o di comportamento in un contesto possibilmente divertente e motivante.
Gli interi contenuti della formazione manageriale e comportamentale possono allora passare attraverso i giochi, e anche le fasi “classiche” dell’aula di formazione (patto d’aula, conoscenza reciproca, creazione di gruppi di lavoro, gestione degli stati d’animo, ecc.) possono trasformarsi in gioco, in fonti di apprendimento attraverso uno spazio creativo.

Il libro, dopo una riflessione sul rapporto tra giochi e apprendimento, presenta oltre 90 giochi che permettono di: gestire le diverse fasi di un’aula di formazione (divisione in sottogruppi, conoscersi, memorizzare i nomi, rompere il ghiaccio e recuperare energia, conoscere le attese, recuperare il buon umore, debrief); affrontare alcune aree didattiche fondamentali (ascolto, comunicazione, team building, problem solving e creatività, conflitto e negoziazione, comunicare ad un pubblico); progettare altri giochi.

Comportamento organizzativo – Robert Kreitner/Angelo Kinicki

Questo manuale offre una presentazione organica e aggiornata degli studi sul comportamento organizzativo, illustrando sia i principali schemi teorici di riferimento sia i più importanti risultati della ricerca empirica, con una particolare attenzione per la dimensione applicativa e le implicazioni manageriali.

Dopo una prima parte di carattere introduttivo, nella quale sono messi in particolare evidenza i temi della diversità, della cultura organizzativa, della socializzazione e del management interculturale, le parti successive analizzano in maniera più approfondita il comportamento individuale, i comportamenti di gruppo e i processi organizzativi.

Le tecniche assertive – Eric Schuler

Le tecniche assertive sono di valido aiuto a chiunque debba intrattenere rapporti con gli altri in ambito lavorativo: nei colloqui, nelle riunioni, al telefono. Questa guida è scritta da uno dei più noti esperti francesi. Permette di acquisire scioltezza, sicurezza di sé, disinvoltura con i colleghi, i superiori, i fornitori, i clienti.

Comunicare per vendere – Luca Guidarelli

Per tutti coloro che desiderano migliorare le tecniche e le modalità della comunicazione nell’ambito professionale (e nella sfera privata). Manuale di comunicazione, anche per utenti “basic”, adatto non solo alla vendita ma che inizia proprio alla comunicazione a tutti i livelli. Molto interessante e di facile lettura.

Leadership – Fiona E. Dent

Suggerimenti e tecniche per i leader ad ogni livello – strategico, organizzativo e di squadra – per ispirare e influenzare i collaboratori, affrontare il cambiamento e realizzare gli obiettivi. Scritto per leader a tutti i livelli, questo pocketbook illustra come comportarsi con il cambiamento nell’attuale contesto economico e nella vita delle organizzazioni moderne, sottolineando quali dovrebbero essere le abilità e le competenze chiave del leader.

Il libretto propone un approccio rapido e molto pratico ed è ricco di esercizi, questionari e contiene anche un elenco di letture consigliate sulla leadership.

99 giochi – G. Montesarchio, E. Marzella

99 giochi da considerare un punto di partenza, una proposta un input al servizio della realtà di applicazione, mai una formula chiusa, un’incontestabile norma, una ricetta immodificabile.

Risolvere problemi, dentro e fuori dalle organizzazioni – Adriano Pennati

Il volume tratta di come risolvere problemi di qualsiasi natura, dei quali si conosca inizialmente poco, tranne il disagio che ci provocano. Per far ciò occorre metodo ed è proprio ciò che il libro tenta di esporre: il cosiddetto “approccio metodologico al Problem Solving”.

Sì…, ma nel mio caso non funziona – Antonio e Federico Nenzioni

L’obiettivo di questo libro è quello di mettere a punto un modello di comunicazione che consenta di analizzare e gestire stati di conflitto fra le persone. Inoltre vengono presentate regole di comunicazione e di comportamento semplici, chiare e efficaci.

Esopo e il manager – David Noonan

Il lupo e l’agnello, La volpe e l’uva, Il leone e il delfino: brevissimi e ironici racconti, che parlano di animali e di buoni consigli… sono le favole di Esopo. In questo libro, l’autore ne racconta una cinquantina, riproponendole nella loro forte attualità in chiave aziendale.

Le strategie che ne trae sono: – illustrate dalle esperienze di organizzazioni e leader contemporanei, in ambito di business ma non solo (Jack Welch, Bill Gates, Donald Trump, Rudolph Giuliani, i Beatles…) – arricchite dai consigli dei “guru” del management (Carnegie, Drucker, Peters, Porter…) – rivolte ai diversi aspetti della vita aziendale: dal management alla leadership, dalle risorse umane al marketing.

L’arte di comunicare – Cicerone

La nostra è senza dubbio la società della comunicazione, ma gli odierni corsi universitari non aggiungono molto di nuovo a quanto ben conoscevano gli oratori antichi, che con lo studio dell’eloquenza avevano elevato la comunicazione a vera e propria arte.

Principe degli oratori latini era Cicerone, che nelle sue opere ci ha lasciato veri trattati di comunicazione, ricchi e organici. Raccogliendo brani di diversi scritti, questo agile volume offre una serie di consigli molto pratici e delinea un ritratto del perfetto comunicatore valido ancora oggi, dopo oltre duemila anni e incommensurabili mutamenti sociali e culturali.

Steve Jobs – L’uomo che ha inventato il futuro – Jay Elliot

Dalle riunioni con gli sviluppatori ai laboratori di design, dalle prove di forza con il consiglio di amministrazione al mondo fuori dalla Silicon Valley, la storia autentica di un “ragazzo prodigio” che ha trasformato la tecnologia e il mondo in cui viviamo, il nostro modo di lavorare, divertirci e comunicare. Scritto da persona che lo conosce da oltre trent’anni e con interviste esclusive a molti protagonisti della storia della Apple, non è solo un ritratto di Jobs ma anche un’analisi approfondita del suo approccio al business e alla conduzione aziendale.

Dall’Apple II al MacIntosh, la drammatica caduta in disgrazia di Jobs e il suo ritorno al timone della Apple, fino alla Pixar, all’iPod, all’iPhone e all’iPad e molto altro: questo libro ripercorre con esempi concreti i trionfi e le battute d’arresto di Jobs, mostrando al lettore come applicare gli stessi principi alla propria vita e carriera.

Una biografia che si concentra sull’analisi dello stile di management del capo della Apple, che ha generato ondate di innovazione capaci di rivoluzionare interi settori economici. È difficile immaginare di compiere azioni ormai quotidiane come ascoltare la musica mentre camminiamo per strada, telefonare, goderci un film animato che affascina gli adulti quanto i bambini, o usare un personal computer, senza il coefficiente di genialità che Steve Jobs ha introdotto in questi ambiti. Una biografia per capire il fenomeno Apple e “diventare come Steve”.

La gestione del tempo e dello stress – Frances Kay

Pratico, veloce, simpatico. Un ottimo testo per trarre spunti organizzativi e key messages importanti per la vita lavorativa (e non solo) quotidiana.

Essere assertivi – RE Alberti, ML Emmons

Come ti comporti quando vuoi chiudere una telefonata importuna? Cosa fai se un collega ti sminuisce davanti a tutti? Che reazione hai con il vicino di casa che ascolta musica ad alto volume fino a tarda notte? Questi sono solo esempi di situazioni in cui abbiamo bisogno di trovare un modo di reagire appropriato: c’è chi non dice niente e si ritrova con una gran rabbia dentro e c’è invece chi aggredisce l’altro per punirlo e per riconquistare una posizione di forza.

L’assertività, invece, è la terza via, quella che consente di farsi rispettare, di dire quello che si pensa, senza mai prevaricare l’altro. La pratica dell’assertività, infatti, rende i rapporti umani più equi e giusti. Essere assertivi, edizione italiana del libro più venduto del mondo sull’assertività, fornisce le informazioni di base, gli esempi concreti e una serie di specifiche procedure da seguire per migliorare i rapporti interpersonali nelle situazioni più svariate: sul lavoro, in famiglia e nell’intimità della coppia.

La leadership secondo Gesù – Charles C. Manz

L’autore si accosta al Nuovo Testamento con l’obiettivo di dimostrare che gli insegnamenti di Gesù sono tuttora applicabili e che, in particolar modo, possono esserci d’aiuto nel mondo del lavoro per ottenere risultati pratici apprezzabili. Gesù, in sostanza, ispira un’idea originale di leadership: un buon capo deve innanzitutto fungere da esempio, dimostrandosi una persona integra e corretta, per poi diventare un punto di riferimento, un faro che, con la sua luce, indica la rotta.

Io, società a responsabilità limitata – Sebastiano Zanolli

Non tutto si può pianificare: Zanolli, pur facendo il manager o forse proprio per questo, ne è consapevole. Per fortuna, vien da dire, senza l’effetto sorpresa con cui la vita a volte sa stupirci e coglierci in contropiede, le nostre giornate passerebbero inosservate. Però, fra la pretesa di disciplinare ogni singolo accadimento e l’essere in balìa delle cose, corre una bella differenza. Una grande differenza.

Sebastiano Zanolli ci suggerisce, qui, come poter tenere sotto controllo i limiti umani perché non facciano troppi danni; come enfatizzare i nostri talenti, pochi o tanti che siano; come disinnescare problemi apparentemente insormontabili senza rinunciare ai propri obiettivi; come riuscire a far tesoro di ciò che ci capita, anche quando non l’abbiamo previsto e voluto.

Dovresti tornare a guidare il camion Elvis – Sebastiano Zanolli

Nel 1954 il talent scout di una radio americana parlò così a un aspirante musicista: “Stammi a sentire, ragazzo, non andrai da nessuna parte. Torna pure a guidare i camion!”. Quel ragazzo che fortunatamente non andò a guidare i camion era Elvis Presley.

Da questo episodio prende le mosse il nuovo libro di Sebastiano Zanolli, una riflessione viscerale e senza sconti sulle attitudini che molti di noi possiedono allo stato potenziale ma che per passare alla storia – se non altro quella della nostra vita – necessitano di due ingredienti: la passione (che, scissa dal talento, è pura velleità) e l’investimento (senza del quale il talento si riduce a possibilità inespressa, insomma: occasione perduta).

Il talento è il passepartout per la felicità, prima però bisogna scoprire in quale serratura inserire la chiave. Zanolli insegna a riconoscerla, questa chiave, a molarne la seghettatura, affinché diventi accessibile la cassaforte della realizzazione di sé. È un viaggio iniziatico sulle tracce del proprio demone interiore, questo che vi apprestate a compiere, con utili esercizi pratici e le ormai famose “domande scomode” di Sebastiano.

Scrivere e presentare rapporti e relazioni – Roberto Tresoldi

Scrivere un rapporto o una relazione per motivi di lavoro o per contattare enti, uffici, istituzioni è diverso dallo scrivere una lettera o una e-mail a un amico. L’obiettivo è trasmettere l’informazione aziendale e professionale con successo, rapidamente, col minimo sforzo e nel modo più pratico e razionale.

Questo volume fornisce tutti i consigli pratici e le regole fondamentali su come preparare e presentare rapporti e relazioni, su come prendere appunti e lasciare note, e inoltre come utilizzare le tecnologie da Internet alla posta elettronica ai social network (Facebook, Twitter ecc.), alle videoconferenze, all’archiviazione e al recupero di dati.

Corso rapido per parlare in pubblico – Daniela Bregantin

Dai maestri della retorica antica ai contemporanei esponenti di scuole di public speaking, le regole comunicative per rendere più incisivo il proprio modo di parlare in pubblico. Corredata di un pratico CD audio, una guida ricca di esempi e di esercizi per imparare a comunicare efficacemente, essere maggiormente persuasivi e valutare le capacità oratorie altrui.

Team coaching – David Clutterbuck

Un testo utile per tutti i professionisti che si occupano di gestire team e che desiderano dar vita a una sinergia davvero efficace, che valga più della semplice somma dei membri dello staff. I vantaggi aziendali del Team Coaching sono molti e tutti assai importanti.

Alcuni benefici che la propria organizzazione potrebbe ricevere da un accurato lavoro di Team Coaching sono: migliorare le prestazioni dei singoli e della squadra nel suo complesso; accelerare i processi di sviluppo e innovazione; modificare i processi produttivi, in vista di una maggiore efficienza; velocizzare gli iter decisionali e snellire le procedure; ottimizzare la capacità dei singoli e del team di proporre idee innovative e soluzioni creative; creare un clima favorevole alla collaborazione e minimizzare le situazioni di conflitto interno.

La forza del gruppo – Baricca, Pisani, Vella

Tre amici, un magistrato e due imprenditori, si confrontano su temi quali l’impresa, la mafia, la crescita e l’etica, l’ottenimento dei risultati. In questo momento storico in cui le imprese si trovano non solo a dover affrontare il difficile confronto con i mercati ma anche con le nuove forme di coordinamento e gestione delle persone, l’etica e la motivazione diventano centrali nel processo teso al buon funzionamento e al benessere del gruppo.

L’idea di un’azienda che sopravvive solo nella misura in cui adotti per la sua missione la ricerca del bene comune è destinata a influenzare con forza le teorie e le pratiche manageriali. Diverso dai più frequenti libri di management, La forza del gruppo racconta storie vere, non teorie dal sapore accademico distanti dalla realtà professionale quotidiana.

Gli autori raccontano le difficoltà, le problematiche e le soluzioni che tutti i giorni si trovano a gestire in azienda, in procura, sul campo operativo. Soluzioni che aiutano a crescere e a motivare il gruppo a diventare migliori. Uomini, passioni, imprese e sogni da realizzare. Perché la vita non è un giardino di orchidee ma si può scegliere di coltivarle, per cambiare in meglio quel che ci circonda. Dipende da noi e dalla nostra capacità di coinvolgere le altre persone in modo etico.

Coaching Mourinho – JC Cubeiro, L Gallardo

“Coaching Mourinho” non è solo una biografia: è un’indagine del segreto del suo successo. Qual è l’essenza di Mourinho e soprattutto cosa ci può insegnare? Perché lo si ritiene così importante dentro e fuori dal campo? Cosa possiamo imparare da lui? “Coaching Mourinho” non è solo un’opera per amanti del calcio curiosi di conoscere la filosofia di questo allenatore e il modo in cui prepara le partite; sa anche rivolgersi a chiunque voglia dirigere un’impresa, perché contiene lezioni sulla leadership, la strategia e la conduzione di un team.

Basket, uomini e altri pianeti – Ettore Messina, Flavio Tranquillo

Ettore Messina è un allenatore che ha segnato la storia della pallacanestro degli ultimi decenni. Dopo una splendida carriera italiana (Bologna e Treviso come club, e la Nazionale), nel 2005 Messina diventa allenatore della corazzata del Cska Mosca dove rimane fino alla stagione 2008/09 vincendo, oltre al campionato nazionale, l’Eurolega per due volte. Passo successivo Madrid, due stagioni che terminano con qualche dissapore, e, infine, l’approdo ai Los Angeles Lakers, ovvero il sogno Nba, il basket vissuto con gli inventori di questo sport, a fianco di Kobe Bryant e di campioni come lui. Ma per arrivare a questi risultati, dietro un tecnico capace e preparatissimo ci deve essere un uomo altrettanto grande e con una marcia in più.

In questo libro c’è tutto questo, il racconto di chi per mestiere deve far lavorare i grandi, chiedendo il massimo quindi dando il massimo. Oltre a questa storia in filigrana (la prima stagione vissuta da allenatore Nba), Messina scrive però di molto altro, le sue esperienze importanti in Russia e Spagna a contatto con modi differenti di vivere e sentire lo sport. Un libro che parte dal basket ma che a quello non si ferma, scritto in collaborazione con Flavio Tranquillo, la voce italiana del basket a stelle e strisce.

Psicologia del lavoro – P. Argentero, C. Cortese, C. Piccardo

Si tratta del primo di una serie di tre volumi, (i due successivi saranno dedicati alla psicologia delle organizzazioni e alla psicologia delle risorse umane). Valorizzando tutti gli approcci teorici presenti in questo ambito, il primo volume raccoglie i contributi più aggiornati sul tema della psicologia del lavoro di alcuni tra i più autorevoli studiosi italiani.

In particolare, vengono analizzati i problemi che contraddistinguono, sul piano individuale, il rapporto persona-lavoro: differenze individuali, competenze, motivazione, carriera. L’attenzione è anche focalizzata sulle conseguenze che possono avere per la salute e per il benessere individuale le caratteristiche del lavoro svolto, del contesto lavorativo e dei rischi in esso presenti.

Intelligenza emotiva – Daniel Goleman

Perché le persone più intelligenti nel senso tradizionale del termine non sono sempre quelle con cui lavoriamo più volentieri o con cui facciamo amicizia? Perché i bambini dotati ma provenienti da famiglie divise hanno difficoltà a scuola? Perché un ottimo amministratore delegato può riuscire un pessimo venditore?

Perché, sostiene Goleman, l’intelligenza non è tutto. A caratterizzare il nostro comportamento e la nostra personalità è una miscela in cui il quoziente intellettivo si fonde con virtù quali l’autocontrollo, la pervicacia, l’empatia e l’attenzione agli altri: in breve, l’intelligenza emotiva.

La tecnica delle domande – Vera F. Birkenbihl

Formulando le domande in modo appropriato è possibile pilotare il colloquio verso gli obiettivi che desideriamo.